Storia di una fotografia: Raising the flag on Iwo Jima

Storia di una fotografia: Raising the flag on Iwo Jima

Ci sono immagini che fanno parte della memoria storica, istantanee che hanno letteralmente fatto le guerre. Gli esempi recenti sono piazza Tiennamen, dove il 4 giugno del 1989 lo studente cinese affrontava il carro armato.

Oppure la statua di Saddam abbattuta dagli americani nell’aprile del 2003.

Il 23 febbraio 1945, veniva scattata una delle fotografie simbolo della Seconda Guerra mondiale. L’immagine realizzata da Joe Rosenthal, che vinse poi il premio Pulitzer, ritrae un gruppo di soldati americani che ha appena issato la bandiera americana sulla cima del nonte Suribachi sull’isola di Iwo Jima.

La posizione strategica in mezzo all’oceano Pacifico ne faceva un avamposto difensivo per le isole più interne del Giappone. E secondo gli americani, che già all’indomani della presa della roccaforte la utilizzarono da scalo di rifornimento per i propri bombardieri, Iwo Jima era un punto chiave nella logistica in quel settore della guerra sul Pacifico.

Dopo quattro giorni di battaglia logorante, il monte Suribachi è
 finalmente espugnato. I soldati USA si affrettarono a issare
sulla cima del monte la bandiera a stelle e strisce: Louis R. Lowery, fotografo della rivista ufficiale del Corpo dei Marines, fotografa l’alzata, lassù, visibilissima da tutti, con applausi generali e sirene spiegate delle navi ormeggiate.

storia di una fotografia_Pagina_1_Immagine_0001

Succede che un politico voglia assolutamente quella bandiera come propaganda, e che il capitano della compagnia che ha versato sangue per salire lassù, voglia tenersela facendola quindi sostituire. Viene così issata la nuova “falsa” bandiera col fotografo che riprende l’evento.

Il valore simbolico dello scatto fu immediatamente evidente: lo scatto fu radiotrasmesso e apparve sui giornali appena diciassette ore e mezzo dopo la sua realizzazione, un vero record per l’epoca.
La foto ottenne subito un vasto successo in patria e una grande popolarità:, l’immagine fu posta al centro di un’estesa campagna propagandistica per sostenere lo sforzo bellico degli Stati Uniti,
 venendo subito riprodotta e diffusa in svariati formati e ottenendo un’immediata popolarità.

storia di una fotografia_Pagina_1_Immagine_0002

Rosenthal dopo aver scattato la prima foto, sostanzialmente ignaro di aver fotografato la storia chiede a un gruppo di marines di posare sotto la stessa bandiera.

storia di una fotografia_Pagina_1_Immagine_0003

No Comments

Comments are closed.