La storia dei brand professionali: Make Up For Ever

La storia dei brand professionali: Make Up For Ever

Dany Sanz e la nascita di Make Up For Ever

Esattamente come è stato per la MAC, anche in questo caso sono due le anime dietro la creazione del marchio.

Dany Sanz e Jacques Waneph, compagni nella vita e professionalmente, decidono di creare a Parigi nel 1984 un nuovo brand professionale.
Dany inizia la sua carriera all’età di 17 anni frequentando l’ècole Beaux-Arts di Parigi, diplomandosi in seguito in pittura e scultura.
La sua passione per l’arte la fa avvicinare al mondo del makeup attraverso la scoperta della vita notturna parigina; gli spettacoli delle drag queen, un mondo fatto di luci soffuse e la movida dei quartieri della capitale catturano la ragazza in un mondo fatto di colori e pura espressione visiva, trascinandola in quello che poi diventerà per lei un lavoro a tutti gli effetti. La Sanz comincia a truccare per compagnie teatrali, backstage e piccoli spettacoli nel mezzo della frenesia e il caos che tanto ama. Lei stessa ha dichiarato più volte “I am profoundly urban artist” (Nel profondo io sono un’artista urbana).

La nascita dell’Accademia

I truccatori che lavorano con lei sono dapprima confusi, soprattutto a causa dell’atipico background accademico della donna, poi si rendono conto di quale novità potrebbe apportare al mondo del makeup avere una mano così particolare in team. Dany infatti sperimenta sul viso delle persone colori, forme, giochi di contrasti, unendo così la sua profonda vena artistica al suo percorso scolastico. Si interessa soprattutto del Body Painting, tecnica che fino ad allora era rimasta particolarmente tenuta in sordina. Dopo un felice matrimonio con Jacques Waneph, Dany decide, con la complicità del marito, di creare un marchio di makeup che potesse semplificare il suo lavoro e quello di tutti i suoi professionisti, e nel 1984 i due creano il marchio Make Up For Ever.

Dany dà vita al nuovo brand con innato entusiasmo, decidendo di aprire parallelamente un’Accademia in cui insegnare ai propri allievi le tecniche apprese in anni di lavoro e per crearne di nuove. Come simbolo rappresentativo, vengono scelte un paio di labbra rosse che stringono tra i denti un pennello.

La Sanz crea il marchio anche per sopperire alla mancanza di tonalità cromatiche con la quale era costretta a lavorare, e assieme ai suoi allievi decide di  sperimentare e creare diverse formulazioni anche di fondotinta. A scuola inoltre la donna ci tiene ad insegnare agli studenti il body painting, fino ad allora mai entrato di diritto nei programmi accademici.

I pennelli MUFE, sinonimo di qualità

Un’altra particolarità del brand sta nei pennelli.

Dany è la prima a dare veramente importanza a quello che è il principale strumento di lavoro per un truccatore, un allungamento del proprio braccio, e questo la Sanz lo sa, ecco perché studia con particolare attenzione i materiali i diversi peli; con la creazione della Make Up For Ever, è la prima professionista a fornire una vasta scelta di pennelli e nel mondo del makeup vi è una vera e propria rivoluzione.

Il marchio cresce, la sua fama e la sua qualità con lui.

Una palette di infiniti colori

Ispirata dalle palette dei pittori, Dany crea costantemente nuove tonalità raggiungendo il numero strabiliante di 125 ombretti diversi, 80 tonalità di fondotinta e 90 rossetti colorati e grazie alla grande concentrazione di pigmento il colore risulta omogeneo e saturo. Dany diventa inoltre, grazie ai suoi profondi studi, una grandissimo esperta di colori waterproof e a lunga durata. Assieme al reparto di chimici del brand, la donna riesce a conciliare professionalità, tecnica e scienza, creando così prodotti performanti e studiati per soddisfare le esigenze di donne e professionisti di tutto il mondo. La Make Up For Ever grazie alla sua particolare capacità di adattare i propri prodotti a numerosissime esigenze crea trucchi per ogni campo, dalla moda alla fotografia, dalla vita di tutti i giorni a -persino- trucchi per la tanatoprassi.

Insomma, un brand in continua ascesa, che non smette di stupire ogni giorno che passa e che sa modernizzarsi con professionalità.

No Comments

Post a Reply