Fotografia e immagini controverse

Fotografia e immagini controverse

Sin dalla sua invenzione, la Fotografia, è stata più volte protagonista di svariate controversie, creando diatribe e discussioni sulla sua attendibilità, affidabilità, sensibilità e sulla diffusione e pubblicazione delle immagini. La domanda che ci si pone è se sia giusto fotografare e rendere fruibili falsi fotografici, immagini di sofferenza, provocazioni, materiali prodotti da terroristi, solo per fare alcuni esempi. Tutto ebbe inizio nel 1840 quando Hippolyte Bayard mise in scena la tragica ed eroica morte con un autoritratto. Quando quella fotografia fu scattata, Bayard, era in realtà vivo e vegeto e rabbioso per il suo mancato riconoscimento.

FOTO 1 Autoportrait d’Hippolyte Bayard “en mort”. Hippolyte Bayard, 1840
A un solo anno dalla nascita la Fotografia si rivelava già scandalosa. In un’opera appassionante dal titolo “Controverses, une histoire juridique et éthique de la photographie” si raccontano i più grandi scandali fotografici.

Scopriamone qualcuno.

FOTO 2 NASA Buzz Aldrin sulla luna, 1969
Il 20 luglio 1969 l’Apollo 11 atterrava sulla Luna davanti a milioni di spettatori. A quasi cinquant’anni di distanza, c’è ancora chi contesta la veridicità di questo evento. Secondo alcuni sarebbe il cineasta Stanley Kubrick ad aver filmato negli studi i primi passi dell’uomo sulla Luna. Sono state evidenziate anche alcune pretese anomalie in una serie di fotografie scattate dagli astronauti. Si pensa all’ipotesi di una truffa americana.

FOTO 3 Oliviero Toscani, Virginal Love, 1992

Oliviero Toscani è famoso in tutto il mondo per la sua collaborazione con il marchio italiano Benetton dal 1982 al 2000. In tutte le campagne pubblicitarie di questi anni, si è dimostrato provocatorio ed esplicito. Suscitano polemiche i suoi manifesti sull’AIDS, la pena di morte o la guerra. Secondo alcuni Toscani induce i consumatori a riflettere. Per altri è un recupero della sofferenza umana. Virginal Love contrappone il bacio carnale e profano alle promesse solenni pronunciate da chi prende i voti. Contrapponendosi alla regola del celibato dei religiosi, Virginal Love sciocca parte dell’opinione pubblica. In Italia, sotto la pressione del Vaticano, le autorità finirono per proibirne la diffusione.

FOTO 4 Frank Fournier, Omayra Sánchez, 1985

Questa fotografia fù scattata da Frank Fournier nel 1985 ad Armero, in Colombia, poco dopo che il vulcano Nevado del Ruiz entrasse in attività eruttiva. La giovane Omayra Sanchez è prigioniera della macerie. Fournier rendendosi subito conto di non poter fare nulla capisce che la cosa più utile è dare testimonianza della sofferenza della giovane. Ancora l’anno seguente, dopo aver ricevuto per questa immagine il premio World Press Photo, è assalito dai dubbi. Si può mostrare la sofferenza senza venir meno al rispetto? Ma ci ricorderemmo ancora della tragedia di Armero se questa fotografia non ci avesse sconvolto a tal punto?

FOTO 5 ANNELIES STRBA Sonja in her Bath, 1985

Annelies Strba è una fotografa che si è fatta conoscere sulla scena dell’arte principalmente per la sua ricerca fotografica condotta sulla sua famiglia. Nel 1985 Annelies viene indagata per aver esposto in una galleria di Londra il ritratto di sua figlia, appena dodicenne nuda nella vasca da bagno. Tacciata di pedofilia, questa fotografia, fu salvata da una giustizia quantomeno singolare che ne decretò il valore di opera d’arte, non in base alla foto di per se stessa, ma alla rispettabilità della galleria che la esponeva.

La fotografia è stata, è e sarà ancora in grado di suscitare polemiche e dibattiti. Così come tutto ciò che ci circonda.

No Comments

Post a Reply