Fotografare un paesaggio: elementare, Watson? Non proprio! III parte

Fotografare un paesaggio: elementare, Watson? Non proprio! III parte

Osservare i dettagli e le trame

Un particolare può essere più interessante dell’intera scena: una sola roccia scolpita dagli elementi, ad esempio, può trasmettere la sensazione di un luogo meglio dell’inquadratura dell’intera vallata. E la trama di una corteccia di un albero, può dire molto di un’intera foresta. Insomma, vale il principio della ‘parte per il tutto’. Inoltre da questo genere di foto emerge la nostra personale visione.

01 02 03

Cascate e torrenti

Se vogliamo mostrare gli spruzzi di una cascata, sarà meglio abbreviare i tempi di esposizione per fermarli a mezz’aria. Ma se vogliamo trasmettere la sensazione del fluire dell’acqua che cade o che scorre in un torrente, dovremo usare un tempo più lungo, tipo 1/8 di secondo. Meglio avvalerci di un cavalletto e di un cavo a distanza per non far tremare la fotocamera. E se ci sono persone nell’inquadratura, preghiamole di star ferme il più possibile.

04 05

Foreste

Le foreste sono di solito buie, per cui avremo di alte sensibilità a meno che non abbiamo un cavalletto e la scena non sia immobile. Se scattiamo foto in un bosco, osserviamo i raggi che penetrano sotto la volta verde e il sole stesso che occhieggia fra i rami. Ma attenzione all’esposimetro: sia il sole che i raggi possono spingerci a sottoesporre. Fissiamo un centro di interesse – una felce in chiaroscuro, cortecce d’albero, un sentiero tortuoso o i colori brillanti di un fiore – che possono dar rilievo alla foto.

Spiagge

Le foto di spiagge devono trasmettere un senso di profonda serenità, di dramma tempestoso, di contemplazione ascetica e solitaria o di affollamento estivo di bagnanti. Ogni lido ha la sua caratteristica, che può variare con le condizioni atmosferiche. Concentriamoci sul particolare che distingue la spiaggia che stiamo fotografando e cerchiamo di metterlo in evidenza. Che cosa ci affascina? Una striscia di sabbia bianca costeggiata da palme che spunta da acque turchesi o una costa rocciosa sferzata dai marosi? Nel primo caso potrebbe essere approrpiata un’inquadratura dall’alto di una duna; nel secondo, invece, un teleobbiettivo puntato sulle onde che si infrangono contro gli scogli.

06

No Comments

Post a Reply