Perché in Italia si fanno pochi film blockbuster?

film italiani effetti speciali

Perché in Italia si fanno pochi film blockbuster?

Vi siete mai chiesti perchè nei film italiani ci sono pochi effetti speciali? Come mai si tende a produrre per lo più fiction, serie tv e film tutti più o meno improntati allo stesso modo? In questo articolo faremo una breve analisi su quello che il cinema nostrano contemporaneo offre, scoprendo le cause di un’ omologazione fin troppo palese che però continua a funzionare.

 

Un Paese di menti anziane

Il nostro Paese vanta registi, attori ed altre figure artistiche di cui ben pochi altri Stati possono foggiarsi. Allora perché il cinema e le produzioni in generale sembrano essere rimaste ferme a 40 anni fa? I motivi di tutto ciò sono svariati ma prevalentemente sono di natura sociologica. Di fatto l’ Italia è una nazione abitata per la maggior parte da anziani che sono anche la fetta di pubblico che ancora tende a guardare regolarmente la TV.

I giovani infatti preferiscono internet grazie ai numerosi servizi on demand dedicati all’ acquisto delle serie tv e dei film statunitensi, nettamente più coinvolgenti per quel target di ascolto. Le produzioni italiane non possono nemmeno vantare un budget troppo elevato quindi devono investire su qualcosa di sicuro che il pubblico si sa per certo gradirà.

I film di fantascienza o le storie fantasy sono quindi terreno off limit a causa della preferenza da parte degli spettatori per le storie realistiche, in cui possono rispecchiarsi proprio perché parlano della vita quotidiana. Investire su una tipologia di film che esula da questa tematica e che per giunta richiederebbe un enorme impiego di effetti speciali e quindi un budget cospicuo, è quasi del tutto improponibile per le case di produzione nostrane.

 

I film italiani con pochi effetti speciali ma capaci di regalare grandi emozioni

Esistono però alcuni adattamenti estremamente ben riusciti di film italiani con pochi effetti speciali a tema supereroistico, che sono stati in grado di lasciare il segno. Un paio di esempi sono “Lo chiamavano Jeeg Robot” e “Il bambino invisibile”, che riescono a fondere la realisticità della vita quotidiana dell’ Italia moderna, con la fantasia tipica di un film di super eroi, coinvolgendo di fatto più fasce di pubblico.

Sono ovviamente casi particolari emersi grazie alla loro qualità cinematografica, all’ abilità registica e anche agli effetti speciali, seppur blandi e ben lontani dai blockbuster hollywoodiani. Con questo non vogliamo dire che non vedremo mai film italiani con effetti speciali marcati, ma semplicemente sarà molto difficile ottenerne nel breve periodo, però col cambio generazionale chissà.

No Comments

Post a Reply