Openday Visual, Fotografia e Cinema: gli argomenti e le domande

Openday Visual, Fotografia e Cinema: gli argomenti e le domande

48 ore al via! L’ Openday del 2018 dedicato a Visual, Marketing, Social Media Fotografia, Cinema e AVID!
Ecco in anteprima tutte le domande alle quali insieme cercheremo di rispondere all’interno dei 3 speech/dibattito in programma domenica 28 gennaio!

 

Ingresso gratuito (previa registrazione) a partire dalle 9.30

Clicca per iscriverti all’Openday Visual

 

Speech 1 – Dalle 10 alle 11: Il nuovo mercato del lavoro tra Skills essenziali, soft skills e nuove professioni tra creatività e digitale.
Dibattito a cura dei docenti master visual e web marketing: Marco Micheli, Benedetto Motisi, Giovanni Savelli, Marco Farina, Patrizia Corsaro e Massimo Nava

  • Domanda per Marco Micheli: quali sono le caratteristiche ideali del web marketeer “evoluto” e richiesto dalle aziende? Quali sono, cioè, le competenze richieste?
  • Domanda per Benedetto Motisi: considerando le frequenti rivoluzioni online tra social, acquisizioni e piattaforme cangianti, perchè il mondo Google (tra Seo, Sem, AdWords, Youtube, Gmail, Android, ecc..) resta sempre e comunque una certezza per utenti e inserzionisti? 
  • Domanda per Giovanni Savelli: il “linguaggio visivo” è oggi una necessità, una chiave di volta per comunicare bene. Tra grafica e advertising (dentro e fuori il web), però, la manipolazione delle immagini e dei contenuti è spesso gestita in modo carente da inesperti. Perché, invece, frequentare un corso di grafica e photoshop è l’unica scelta possibile per diventare un professionista di settore? 
  • Domanda per Marco Farina: i nuovi media hanno imposto il cambiamento ad altri canali di comunicazione. Tra tutti il più penalizzato è stato certamente il settore editoriale che lungi dall’essere morto si è invece trasformato in favore di una dimensione digitale e saper utilizzare davvero Indesign, Illustrator e Photoshop è fondamentale. Quali sono le opportunità professionali che in particolare la conoscenza di Indesign sa offrire? 
  • Domanda per Patrizia Corsaro: abbiamo citato più volte web, social e nuovi media. E’ innegabile non riferirsi dunque ai formati video ed alla creatività richiesta (che oggi tocca anche la dimensione VR) per costruire un piano editoriale basato o ispirato ad animazioni e motion graphics. Quali sono le competenze e quali gli strumenti ideali di un creativo per esprimersi al meglio e soddisfare le richieste dei committenti? 
  • Domanda per Massimo Nava: osservando le nuove skills richieste a gran voce dai mercati emergono alcune professionalità che hanno acquisito spessore e importanza rapidamente negli ultimi anni. In particolare le figure destinate alla cura dell’Identità, della Reputazione e della gestione dei clienti (sotto forma di community) sembra essere una chiave di volta della presenza online per le aziende. Cosa c’è sotto? Cosa implica tale orientamento diffuso?

 

Speech 2 – Dalle 11 alle 12: Fotografia, linguaggi visivi e tecnologia. Come cambia il ruolo professionale necessario nell’era della comunicazione digitale e dell’advertising. L’incontro sarà curato da Paolo Cenciarelli e Massimo Mastrolillo, due docenti di punta dei corsi di settore ed esperti professionisti che sapranno offrire le giuste chiavi di lettura necessarie ad intepretare il mercato del lavoro nella giusta prospettiva.

  • Domanda per Paolo Cenciarelli: il mondo della Fotografia è il perno affascinante intorno al quale si sviluppa l’intera industria della comunicazione visiva. Dall’advertising (quello vero) alle doti professionali richieste ci si ritrova in un mercato fatto di approssimazione, superficialità un ruolo diluito da ciò che sembra “facilmente e velocemente possibile” grazie ad uno smartphone. Proviamo a fare chiarezza fissando i limiti di tale approccio e le opportunità di carriera offerte invece da una sana, corposa e sincera preparazione professionale.
  • Domanda per Massimo Mastrolillo: Fotografia significa anche “saper raccontare” e accogliere in un solo scatto tutta la forza di una narrazione personale o di un punto di vista. L’approccio dello Storytelling è reso essenziale nell’era dei Social Media (che oggi offrono spazi migliori e più ampi per la pubblicazione dei contenuti) ed esige qualcosa in più.

Speech 3 – Dalle 12 alle 13: Cinema, Storytelling, creatività e professionalità: dal mercato Indy ad Hollywood, la differenza essenziale tra Arte, cultura e tecnologia.
Il terzo incontro coinvolgerà pilastri fondamentali della cultura cinematografica quali il modo della Regia e della Sceneggiatura (a cura di Aldo Iuliano e Severino Iuliano) affiancati dal Alessandro Visciano esperto accreditato AVID Technology e Davide Manca (direttore della fotografia).

  • Domanda per Alessandro Visciano: il mondo del cinema, tra video pubblicitari, cortometraggi, fan film e produzione di ogni genere continua a crescere e svilupparsi al meglio così come la richiesta di professionisti in grado di rispondere alle esigenze di produzione, sia dal punto di vista tecnico, sia creativo. Quali sono gli strumenti e le conoscenze essenziali da possedere per affermarsi e trovare lavoro nel settore? 
  • Domanda per Aldo e Severino: l’ampia disponibilità di hardware e software “semi-professionali” (quindi accessibili) insieme con la crescita dei social media, usati per mostrarsi e mostrare ha generato una percezione errata del Film maker e dello sceneggiatore, associati frettolosamente a video blogger e appassionati. Identità e reputazione (da ottenere dentro e fuori il web), invece, nascono necessariamente da un corso professionale. Qual è il vostro punto di vista in merito? 
  • Domanda per Davide Manca: Oltre la tecnica e la cultura di chi realizza il film esiste un aspetto peculiare che genera e sostiene il rapporto veloce tra la scena di un film e la viralità che ottiene attraverso il pubblico. Parliamo di “suggestione”, un intrigante approccio che mescola arte, abilità nella composizione visiva, emozione e comunicazione. In che modo si impara a gestirli sul set?

Ciascun incontro sarà caratterizzato dalla partecipazione attiva del pubblico che potrà intervenire con domande o richieste relative sia all’argomento dello speech/dibattito, sia al percorso professionale di riferimento curato da ciascun docente.

Clicca per iscriverti all’Openday Visual

 

Ti aspettiamo!

 

No Comments

Post a Reply