10 consigli per diventare visual storyteller – 2 parte

10 consigli per diventare visual storyteller – 2 parte

Trova la tua nicchia
Gli scrittori per bambini difficilmente scrivono anche per gli adulti. E non molti scrittori di gialli si danno a racconti romantici. La maggior parte degli scrittori trovare la propria nicchia, col risultato di diventare veramente bravo a raccontare quelle storie. La stessa regola vale nel campo della fotografia.
Qual è la tua nicchia? Che tipo di storia sei bravo a raccontare? Non tutti hanno la pazienza di aspettare l’attimo. Ti piace la naturalistica? La street photography? Lo still life?
Scegli qualcosa di specifico e vedi dove ti porta.

01

Trova la tua nicchia – ma esci dalla tua comfort zone
Anche se non sei un fotografo naturalista, prova a raccontare qualche volta storie di fauna selvatica. Questo migliorerà le tue capacità di narrazione sul lungo periodo.
Identifica un tipo di fotografia che desideri provare – o che ti risulta difficile o qualcosa che non hai mai fatto – esci e cerca di farla.

02

Incornicia la tua storia
Telai delle porte. Finestre. Rami d’albero. Il mondo ha molte cornici naturali, pronte per l’uso. Proprio come un autore di libri costruisce un’atmosfera descrivendo l’ambiente attorno al personaggio principale, un buon narratore visivo pensa la migliore composizione e l’inquadratura intorno ad un soggetto.
Considera sfondi e scegli le posizioni che consentano di aggiungere interessanti linee visuali, forme e cornici all’interno delle immagini.

03

Rompi le regole
La manualistica e internet sono piene di regole di fotografia. Ma a volte, proprio rompendo le regole, si racconta una storia migliore. Non aver paura di provare cose diverse. Scatta la stessa scena da molti punti di vista, cercare prospettive insolite, e fai un sacco di fotografie. Non c’è niente di sbagliato nella sperimentazione; è il modo in cui impariamo a migliorare il nostro sguardo.

04

Trova il migliore punto di vista per la tua storia
Quando hai una storia specifica da raccontare, pensa a ciò che vuoi dire – e chi o che cosa vuoi mettere in evidenza – questo ti aiuterà a decidere quale POV fisico (punto di vista) è il migliore.

05

No Comments

Post a Reply