Advertising: la fotografia di still life e i suoi mutamenti

Advertising: la fotografia di still life e i suoi mutamenti

In fotografia il termine still life descrive la tecnica fotografica per riprendere oggetti inanimati. cit.: Wikipedia

rolex 1

La fotografia commerciale

Nella fotografia commerciale lo still life è stato sempre usato per ritrarre prodotti rendendo la loro immagine migliore. Un oggetto più bello, più brillante, più solido, più appetibile secondo le richieste del cliente e del suo target (pubblico). Inizialmente, come nella campagna stampa Rolex qui in alto, lo still era tutto, lo still era la campagna. Il Rolex di ceramica doveva essere splendido, di conseguenza l’illuminazione doveva dare i giusti riflessi, le giuste ombre.

Lo scatto doveva essere curato in tutto. Come trattato in precedenza sul blog l’avvento della comunicazione per reasons to believe ha stravolto il ruolo dello still life. L’oggetto perfetto non basta più a se stesso. Ci vuole di più. Ci vuole un motivo per possederlo.

rolex 2
Ecco che il prodotto perde d’importanza, di conseguenza lo still life perde d’importanza per lasciare spazio ad altri protagonisti, o co-protagonisti. Ed ecco che Rolex inserisce nella propria campagna dei nuovi motivi per acquistare i propri orologi: il target, la donna, lo status.

L’immagine del prodotto, lo still life, non è più l’elemento principe: la luce non è perfetta (c’è un grande riflesso sul vetro), l’orologio è addirittura al contrario. Compare “enorme” il claim sopra l’immagine, c’è un body copy che espande il significato (o meglio il significante) dell’immagine tutta.

rolex 3

Arriviamo a oggi. Nella campagna l’orologio scompare. Non conta. Conta il testimonial (reason to believe abbastanza ovvia). In compenso il modello di orologio ricompare in uno scatto di still life semplice, le lancette al posto giusto, la luce, i riflessi, le ombre e tutto il resto.

Questo scatto a parte non è più uno still complesso, l’orologio non vola nel nero; è scattato, scontornato e posizionato; piccolo, come un logo. Eccoci alla definizione di packshot, lo scatto del prodotto solo per il posizionamento nella campagna. Il prodotto non è più il protagonista, il prodotto non è più il mezzo di autopromozione, il prodotto oggi è solo il motivo per raggiungere un fine, un fine personale del target, della vita di ognuno di noi.

Rivoluzionando i bisogni e creandone di nuovi per vendere sempre lo stesso prodotto è cambiata la comunicazione, lo still life non poteva far altro che cambiare di conseguenza.

No Comments

Post a Reply